I prodotti tipici

I ravioli di Baradili hanno origini “leggendarie”……la tradizione narra che il 13 luglio di un tempo lontano, alcuni giovani contadini trovarono una statuina di Santa Margherita e la portarono al parroco. Costui, che in quel momento stava pranzando con un piatto di tre ravioli, per la felicità li invitò a pranzo. La notizia del ritrovamento ben presto si sparse per il paese facendo accorrere tutta la popolazione per rendere omaggio alla statua della Santa. I ravioli, come per miracolo, sembrarono non finire mai, sfamando così tutti i convenuti.

Il pani saba di Sini ha una tradizione affidata alle massaie del paese che si tramandano di generazione in generazione la ricetta “segreta” con connotazioni religiose poiché il pane veniva donato a San Giorgio in occasione dei suoi festeggiamenti presso l’omonima chiesa del paese. Dopo l’offerta, il dolce veniva venduto ed il ricavato utilizzato per la manutenzione della chiesa.

La fregola di Assolo viene realizzata a mano ed asciugata al sole secondo una tradizione antica consolidata da generazioni. Può essere utilizzata per le minestre di brodo di carne o di pesce oppure cucinata con le arselle (vongole) o le lumache e ancora preparata con salsiccia e pecorino.

I legumi di Albagiara vengono prodotti e cucinati secondo la tradizione locale più antica, ma si prestano a nuove ricette che mescolano i gusti della cucina tipica del paese con la sperimentazione di vellutate, creme, zuppe, minestre a base di fave, piselli, ceci, lenticchie e fagioli.